Blog

Con la sigaretta elettronica inaliamo un terzo di nicontina rispetto alle bionde

Con la sigaretta elettronica inaliamo un terzo di nicontina rispetto alle bionde

Con la sigaretta elettronica inaliamo un terzo di nicontina rispetto alle bionde.

Continuano gli studi sul fenomeno delle sigarette elettroniche con risultati sempre positivi.
Da una parte lo Stato decide di tassare al 58% sia dispositivi che liquidi, dall’altra studiosi ci confermano di giorno in giorno che la e-cig è molto più salutare di una sigaretta tradizionale.
È di oggi infatti la notizia che dai recentissimi studi realizzati nel laboratorio americano Arista Laboratories emerge che utilizzando per dieci aspirazioni la sigaretta elettronica più potente con un liquido di massima concentrazione di nicotina, si aspira un contenuto di nicotina paria 0,3 mg per ml contro i 0,9 mg per ml delle bionde tradizionali.
Va da se che il massimo di nicotina inalabile tramite le nostre sigarette elettroniche è pari al massimo ad un terzo di quella aspirata fumando “come una volta”.
D’altronde, è solo l’ultimo di una serie interminabili di studi ed opinioni da parte di esperti.
Non è di molto tempo fa l’opinione di Umberto Veronesi, direttore dell’Istututo Europeo di Oncologia, che pubblicamente dichiarava la sigaretta elettronica uno “strumento per liberarsi dalla schiavitù del fumo”.
Servono altri studi per convincere chi di dovere a lasciarci svapare in pace?

Approfondimento: Corriere.it